La nuova dittatura del Covid-19 è insediata: Vietato star in ginocchio in Chiesa & Ragazzo preso a calci dai CC !

Due episodi di intolleranza religiosa e “di Stato”: la nuova dittatura insediata al soglio di San Pietro ma grazie anche al manganello dei tutori dell’Ordine disordinato di questa epoca del Covid-19.

La nuova religione di Bergy non contempla la posizione “in ginocchio” in virtù di una assai fantasiosa precauzione covid-19 .. ci si inginocchia soltanto davanti all’unico Dio del Papa .. quello al quale, unico, siamo obbligati a lavar i piedi?

Bei tempi quando avevamo il buonismo buono del COMUNISTA CATTOLICO Gianni Morandi:

RONDE DI BERGOGLIO IN CHIESA: CACCIATO PERCHÉ SEGUE LA MESSA IN GINOCCHIO – VIDEO

RadioSavana@RadioSavana“Non si può stare in ginocchio durante la messa, vai fuori!” Uomo si inginocchia in chiesa per pregare, delatori chiamano la Polizia e minacciano di cacciarlo fuori. La televisione ha creato dei mostri. https://t.me/RadioSavana

8:28 PM · 11 mag

ostri. https://t.me/RadioSavana0:51 / 1:26Copia indirizzo del video8:28 PM · 11 mag 2021

2021

—————————————————————————————————————————-

VIOLA IL COPRIFUOCO, RAGAZZO PRESO A CALCI DA CARABINIERE – VIDEOFACEBOOK

Così quando sbarcano, dovete fare.

Sono in corso accertamenti da parte del Comando provinciale dei Carabinieri di Napoli in merito a quanto ripreso in un video diffuso sul web, nel quale si vede un carabiniere prendere a calci a un giovane con le mani alzate in quanto sorpreso in strada durante il coprifuoco. Il fatto sarebbe accaduto a Terzigno, in provincia di Napoli.

Il Comando provinciale dei Carabinieri di Napoli in una nota fa sapere di aver “immediatamente avviato autonomi accertamenti finalizzati a perseguire, con il massimo rigore e convinta inflessibilità, comportamenti inconciliabili con i valori fondanti dell’Arma, valori di umanità e vicinanza, a cui si ispira quotidianamente l’agire dei tanti Carabinieri che, con sacrificio e dedizione, operano per garantire i diritti e la sicurezza dei cittadini, spesso mettendo a rischio anche la propria vita”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...