Invasione turca e abbandono americano: 2 imprevisti o tutto calcolato? / Accordo segreto sulla questione kurda ( Thierry Meyssan ) – WW3

Siria, la Turchia dà inizio all’offensiva di terra

Cominciamo dalla fine: l’incomprensibile groviglio mediorientale trova una spiegazione dal maggior esperto di tale area (Thierry Meyssan):

(..) Un elemento viene sistematicamente taciuto: il 16 settembre Russia, Turchia e Iran hanno raggiunto un accordo sulla questione kurda. Nel progetto russo di Costituzione della Siria, questa potrebbe configurarsi come una federazione culturale, anziché amministrativa come previsto inizialmente. Il ritorno dei kurdi siriani, alleati degli USA, nel grembo dell’autorità siriana potrebbe essere guidato dall’Iran, i cui kurdi hanno pazientemente infiltrato il comando del YPG.
In questa regolazione della questione kurda, la Francia, che da un secolo scommette sulla creazione di un Kurdistan sul modello di Israele, si vede messa da parte dagli Stati Uniti. (v. articolo in fine)

.. questo non può spiegare “come andrà a finire” .. ma chiarisce la circostanza più sorprendente: gli Usa abbandonano (almeno parzialmente) il campo … si, molto parzialmente!

.. Putin a proposito degli americani aveva detto, in un occasione, che se ne andranno solo quando qualcuno li manderà via.
Rimane aperta ogni soluzione, compresa la WW3 .. preparata da:

.. ed esplode una petroliera iraniana ..

Non sarà la sfida Turchia-Kurdi a decidere le sorti della guerra, e pure la parte del buono (i poveri Kurdi .. per questo assetati di petrolio) e del cattivo (Erdogan e/o Trump) che minaccia di mandarci altri profughi, non sono assegnate per sempre.

Mille sono le variabili SECONDARIE (sotto il controllo di Israele e Iran) che potranno influire sugli sviluppi, in definitiva sulle mosse delle 2 potenze in campo (al momento), Usa e Russia.

Riuscirà Donald a vincere o avrà la meglio lo stato profondo? tornando al Meyssan .. pare più probabile la seconda .. ricorda T.M.: (..) anche gli alleati degli Stati Uniti non obbediscono al presidente USA, bensì allo Stato Profondo. Sono giocattoli nelle mani di un attore invisibile. Soltanto Russia e Cina sono davvero indipendenti. La Russia è il solo Paese dei tre grandi Stati il cui presidente è democraticamente eletto ed esercita il potere in nome del popolo. La Cina è un sistema trasparente, ma soltanto gli aderenti al partito unico partecipano della vita politica. Quanto agli Stati Uniti, il loro sistema è perfettamente opaco.  (e quindi, FORSE, la WW3)

L’accordo segreto sulla questione kurda

L’operazione turca alla frontiera siriana è iniziata con l’annuncio del repentino ritiro delle truppe d’occupazione statunitense.

Ricordiamo che nel 1998 il presidente siriano Hafez al-Hassad aveva concesso ai turchi il diritto di perseguire in questa striscia di 30 chilometri di profondità gli artiglieri del PKK che li avessero minacciati.
La stampa presenta l’operazione di Ankara come un rischio di massacro dei kurdi in generale, dimenticando che molti kurdi svolgono ruoli importanti nell’apparato statale turco.
Ma soprattutto i media riportano soltanto la versione USA dello scontro tra il presidente Trump (fautore del ritiro dei soldati USA) e alcuni ufficiali del Pentagono (fautori della prosecuzione della guerra). Per questa ragione insistono sulla sorte dei mercenari kurdi al servizio del Pentagono contro la Siria.

Un elemento viene sistematicamente taciuto: il 16 settembre Russia, Turchia e Iran hanno raggiunto un accordo sulla questione kurda. Nel progetto russo di Costituzione della Siria, questa potrebbe configurarsi come una federazione culturale, anziché amministrativa come previsto inizialmente. Il ritorno dei kurdi siriani, alleati degli USA, nel grembo dell’autorità siriana potrebbe essere guidato dall’Iran, i cui kurdi hanno pazientemente infiltrato il comando del YPG.
In questa regolazione della questione kurda, la Francia, che da un secolo scommette sulla creazione di un Kurdistan sul modello di Israele, si vede messa da parte dagli Stati Uniti.

Traduzione
Rachele Marmetti
Giornale di bordo                                L’accordo segreto sulla questione kurda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...