Riduzione dei parlamentari Votata da tutti .. alla Camera dei Deputati. E ora? Referendum

Emma Bonino braccialcollo con George Soros

La riduzione dei parlamentari è l’ultimo dei provvedimenti utili a qualcosa che non sia pura tattica politica .. peraltro in questo periodo resa complicatissima dallo sgretolamento interno di quasi tutti i partiti (esclusi LEGA e FdI). Non sapremo a chi -momentaneamente- servirà (tutto dipende dalla nuova legge elettorale .. le cambiano per vincere e poi .. subito dopo perdono) ..  sappiamo a cosa servirà all’Italia: bene che vada a niente. Sta volta ha ragione la Bonino (v. di seguito):

il vero mistero è: come può l’amica di Soros (re di globalismo) perorare una causa “democratica” e magari con apparenti conseguenze “sovraniste”? MISTERO! qualcosa non quadra! 

.. forse Emma non tien conto della dietrologia (della quale essa stessa è maestra?..)..?? ..:

Giachetti: “Voto sì a taglio parlamentari, ma propongo referendum contro”(v. in fine)

..e degli accadimenti significativi e di tutte le altre manovre che potranno far cadere il Governo, due esempi:

——————————————————-

Giachetti: “Voto sì a taglio parlamentari, ma propongo referendum contro” di Alessandro Della Guglia

Roma, 8 ott – Non sono d’accordo con la vostra idea dunque la appoggio. E’ l’incredibile, se vogliamo rocambolesca, presa di posizione di Roberto Giachetti sul taglio dei parlamentari. “Voterò questa legge perché sono nella maggioranza e sono leale“, ha dichiarato oggi alla Camera il deputato di Italia Viva. Ma questo provvedimento, “viene realizzato per offrire lo scalpo agli istinti peggiori dell’elettorato” e non altro che un “tributo alla fabbrica dell’antipolitica”. Quindi, ha tuonato Giachetti, “la mia lealtà al governo, su questo tema, si ferma qui. Un secondo dopo il mio voto a questa riforma mi adopererò per raccogliere le firme necessarie per lo svolgimento di un referendum e qualora raggiungessimo le firme sarò il primo a costituire un comitato per dire senza alcun dubbio no a questa riforma”.

Apparente contraddizione

L’ex candidato del Pd a sindaco di Roma, che a settembre ha aderito al nuovo partito di Matteo Renzi, ha così spiegato il suo voto a favore del taglio dei parlamentari pur non condividendolo minimamente e spiegando poi che l’unico modo per tagliare seriamente i costi della politica sarebbe stato il superamento del bicameralismo perfetto, come proposto da Renzi con il referendum costituzionale del 2016. In ogni caso la decisione di Giachetti è forse solo in apparenza contraddittoria, perché votando sì salva il governo e di conseguenza resta pure lui a galla. Poi si vedrà, d’altronde che fretta c’è di far votare i cittadini italiani.Giachetti: “Voto sì a taglio parlamentari, ma propongo referendum contro”

foto tratta da :
http://www.italiaisraeletoday.it/la-ong-di-soros-votate-bonino/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...