Italia: arrivi facilitati per le ONG cariche di falsi migranti? Svizzera: Espulsione velocizzata per i “turisti del crimine” – Heinz Brand (UDC)

  1. Conte, Di Maio, Renzi e tutto il costituendo governo sanno che il decreto sicurezza voluto da Salvini è apprezzato dalla maggioranza degli italiani .. in ossequio al PD-pensiero si pensa di non toccarlo ma, italicamente, di .. disapplicarlo! .. per facilitare gli “arrivi”. Sfasciando la Legge, al primo fatto cruento tutti penseranno SE C’ERA SALVINI NON SUCCEDEVA!

  2. in Svizzera si accelerano le procedure per le espulsioni .. nascerà una nuova corrente di flussi migrtori di ritorno dai nostri vicini? .. probabile. Sarà comunque un piccolo rigagnolo a confronto delle altre. Gli svizzeri hanno una politica nazionale .. incompatibile con il sorospensiero al quale noi siamo di nuovo mooolto impermeabili.

    —————————————————

Luciana Lamorgese e Giuseppe Conte, il piano per compiacere il Pd: smontare il decreto Sicurezza

Il Viminale, ora che deve fare i conti con il Pd, è a un bivio. Luciana Lamorgese, da poco ministro dell’interno, non ha nascosto la volontà di seguire alcuni passi della linea politica di Matteo Salvini. Volontà però che ad oggi deve essere smorzata, perché dall’altra parte delle trattative c’è un partito che ha dimostrato tutte le intenzioni di abolire il decreto Sicurezza e Sicurezza bis. Un vero dilemma per la Lamorgese e per il premier Conte.
Secondo quanto scrive il Messaggero, però, l’idea dell’ancora presidente del Consiglio sarebbe un’altra: ovvero non abbattere col tritolo dalle fondamenta quanto fatto dalla Lega, ma di smontarlo pian piano pezzo per pezzo. A cominciare, però, proprio dal divieto di ingresso in acque italiane. Perché è vero che i decreti sono ancora in vigore, ma per impedire ad una nave Ong di solcare i nostri mari serve la firma di tre ministri (Viminale, Difesa, Mit). E, scrive il quotidiano romano, “i divieti di ingresso per le navi piene di profughi, motivati con il pericolo di infiltrazioni terroristiche, non arriveranno più”. Per il resto, ovvero per le modifiche ai decreti secondo le indicazioni del presidente della Repubblica, ci vorrà del tempo. Conte teme che uno strappo sul tema immigrazione possa servire un assist a Salvini.

—————–https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13500072/luciana-lamorgese-giuseppe-conte-piano-decreto-sicurezza-compiacere-pd.html

——————————————

Espulsione velocizzata per i “turisti del crimine”

La Commissione degli affari giuridici degli Stati ha dato seguito ad un’iniziativa parlamentare di Heinz Brand (UDC)

Un delinquente straniero privo di un’autorizzazione di dimora dovrebbe poter essere espulso senza che quest’ultimo debba per forza comparire davanti a un tribunale. Con 6 voti a 3, la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati ha dato seguito ad un’iniziativa parlamentare in tal senso del consigliere nazionale Heinz Brand (UDC/GR).

La commissione competente del Consiglio nazionale, che ha già accolto l’atto parlamentare, avrà ora due anni di tempo per preparare un progetto.
L’iniziativa mira a velocizzare le procedure di espulsione dei cosiddetti “turisti del crimine”, specifica una nota odierna dei servizi parlamentari. In particolare, tale possibilità eviterà procedimenti penali costosi per i Cantoni.
Secondo l’autore dell’iniziativa, tali procedimenti riguardano ogni anno diverse migliaia di casi in Svizzera e sono inutilmente onerosi per i cantoni (spese processuali, spese per la difesa d’ufficio, luoghi di detenzione, ecc.)
Il divieto di ingresso dovrebbe poter sostituire l’espulsione, evitando in questo modo una difesa d’ufficio per gli stranieri privi di documenti.
Attualmente, il codice penale stabilisce che nel caso di criminali stranieri provvisti di un permesso di dimora occorre esaminare obbligatoriamente se sono date le condizioni per un’espulsione. Se è prevista l’espulsione, dev’essere esaminata la questione del caso di rigore.
Di conseguenza la procedura del decreto d’accusa viene meno e il criminale straniero ha diritto a un procedimento giudiziario e a un difensore d’ufficio. Queste disposizioni si applicano anche ai turisti del crimine (delinquenti stranieri senza permesso di dimora). Espulsione velocizzata per i “turisti del crimine”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...